Scegliere

Se non ti occupi di economia, l’economia si occupa di te: studiare economia ti aiuta a sfatare luoghi comuni, capire il mondo che ci circonda. Se sei uno studente di economia affronti problemi comuni con spirito analitico, diventi in grado di capire la realtà sempre più complessa: il mondo del lavoro, in costante evoluzione, ha bisogno di laureati capaci di comprendere i problemi a fondo, che conoscano il contesto nazionale e internazionale di enti pubblici e privati. E il lavoro? Serve studiare scienze economiche per “trovare un lavoro”? Moltissimo. Un elemento che definisce il mondo di oggi, rispetto a venti anni fa, è la sua crescente complessità. Con questa complessità si devono continuamente confrontare aziende, governi, istituzioni internazionali, oltre ai singoli cittadini. E una maggiore complessità richiede maggiore capacità di analisi. Il corso di laurea in Economia forma proprio queste capacità.

L'economia è affascinante sia per chi ama le discipline umanistiche, sia per chi preferisce quelle matematico-quantitative. Come scritto da John Maynard Keynes, “L'economia è un metodo più che una dottrina, un apparato della mente, una tecnica per pensare, che aiuta chi la possiede a trarre conclusioni corrette”.

"Ho seguito corsi di matematica, storia, inglese, filosofia e corsi di  base in biologia e chimica. Ma anche se quei corsi mi piacevano, c’era sempre l’attrazione irresistibile dell’economia" (Joseph E. Stiglitz, Premio Nobel per l’Economia nel 2001)

Non sono presenti news e appuntamenti

Non ci sono avvisi per il corso di laurea.